Blumanà logo

Contatti

Per qualsiasi tua esigenza non esitare a contattarci ai seguenti numeri di telefono:

Camisano Vicentino: 0444 410554

Rubano: 049 815 7921 

 

Search

Blumanà

Elementor #5478

Madre Natura ha donato alle Donne un modo infallibile per eliminare una volta al mese i “depositi acidi”, ossia la prima causa della formazione della cellulite.

 
Bere tanta acqua, fare movimento o massaggi drenanti sono solo mezzi per arginare il problema o quantomeno evitare che peggiori…ma non lo risolvono alla base, perché non si occupano della causa che lo genera.
 
Per quanto assurdo ed estremista possa sembrare, un bicchiere di acqua e limone al mattino potrebbe essere più risolutivo di qualsiasi altra delle soluzioni sopra elencate, visto che la causa che genera la cellulite è data da uno squilibrio bio-chimico CHE NESSUNO STA PRENDENDO IN SERIA CONSIDERAZIONE come invece dovrebbe.
 
Ora, potremmo anche elencarvi subito tutte le indicazioni da seguire per ripulirvi (anche a casa) dalla cellulite nell’arco di qualche mese ….ma c’è un MA.
 
Siamo convinti che tanto più sarete consapevoli della VERA causa del problema, comprendendone le dinamiche se pur in modo superficiale e non tecnico, tanto più prenderete seriamente in considerazione tutte le nostre indicazioni senza mai banalizzarle o sottovalutarle.
 
Se vuoi “saltare” direttamente alle 10 regole da seguire, scendi fino a quando non vedi un titolone in blu.
 

Madre Natura aveva previsto tutto, finché un giorno….

…lo stile di vita moderno ha mescolato le carte in tavola, alterando un equilibrio in origine perfetto .
 
Come per la vita di ogni essere vivente è necessario l’equilibrio tra il giorno e la notte, anche per il corpo umano gli acidi e le basi dovrebbero trovarsi in un equilibrio mobile, con l’avvertenza però che il piatto della bilancia dovrebbe inclinarsi verso le basi.
 
E qui l’inghippo…lo stile di vita moderno infatti comporta una serie di abitudini e forzature che, guarda caso, sono forti generatrici di acidi:
  • cereali raffinati e zucchero > acido acetico
  • proteine animali, compreso i latticini > acido urico, acido solforico e acido nitrico.
  • stress > acido cloridrico
  • carenza di acqua nell’organismo > mancanza di drenaggio degli acidi verso i reni.
  • un’errata respirazione > insufficiente espulsione degli acidi carbonici sotto forma di anidride carbonica
  • inquinamento generale > inutile specificarlo….
  • eccesso di farmaci chimici > vedi inquinamento generale
Avrai notato che sono tutti produttori di acidi o inibitori del loro smaltimento..
Quando gli acidi generati iniziano ad essere troppi, questi possono avvelenare e danneggiare tessuti, organi, ghiandole e funzioni….ecco che il nostro cervello percepisce subito l’allarme e cerca di compensare questa marea acida con le riserve basiche (minerali alcalini) contenute nelle mucose, capelli, vasi, unghie, tendini, cartilagini, capsule, ossa, denti.
 
Senza entrare troppo nel mondo “salute” o “antiage”, soffermiamoci un attimo su come un eccesso di acidità influisce sulla cellulite.
 

La donna elimina le scorie acide attraverso il ciclo, ma fino a quel giorno, vi è un accumulo tale di tossine acidificanti, che insorgono:

  • brufoli,
  • depressione,
  • irritabilità,
  • sensibilità psichica,
  • dolori di testa,
  • emicranie,
  • edemi
  • peggioramento della cellulite
  • addome e caviglie gonfie (ed è così perché i liquidi vengonotrattenuto per diluire gli acidi)
 
Durante il periodo fertile, quello che non fuoriesce dal corpo con le mestruazioni, viene parcheggiato in tre zone ben precise:
 
1. sangue e linfa,
2. placenta,
3. anche, sedere e cosce
 
Va da se che un ciclo ridotto o condizionato dalla pillola non sarà in grado di smaltire l’intero accumulo di acidità (ecco perché la pillola comporta inevitabilmente un aumento della cellulite).
 

E in menopausa?

Dopo la menopausa, quando cessano le mestruazioni che purificavano l’organismo e il sangue, la donna è in piena emergenza acida.
Le sudorazioni notturne, le ondate di calore, dette vampate, sono una febbre artificiale messa in atto dalla sapienza perfetta del corpo per purificare l’organismo dalle tossine e dagli acidi.
 
L’espulsione mensile degli acidi spiega perché la donna vive di media 10 anni più dell’uomo.
Ecco, una buona notizia.

ELIMINAZIONE E NEUTRALIZZAZIONE DEGLI ACIDI

La neutralizzazione di tutti gli acidi che si formano nell’organismo è un processo assolutamente indispensabile, perché grazie ad esso, si toglie agli acidi la loro tossica e corrosiva aggressività.
La prima regola è modificare lo stile di vita in meglio, partendo dall’alimentazione.
 
Alimenti basici
Quali sono gli alimenti basici o alcalinizzanti?
Tutti gli alimenti crudi di origine vegetale, dopo il metabolismo liberano nell’intestino tenue ceneri basiche, quindi il risultato finale è una alcalinizzazione dell’organismo. Tutti questi alimenti, forniscono quei minerali colloidali importantissimi per nutrire cellule e organi, e per neutralizzare gli acidi in eccesso.
 
La cottura, ogni tipo di cottura, snatura questi minerali facendoli diventare inorganici e quindi di difficile assimilazione. Viceversa, tutte le proteine di origine animale (carne, pesce, uova, latticini), gli zuccheri, i cereali sono profondamente acidificanti (acido urico e sali urici, acido acetico e sali acetici, acido lattico….).
 
Una alimentazione sana dovrebbe consistere nell’80% di cibi alcalinizzanti e per il 20% di cibi acidificanti.
 

Basificare in 10 punti

1 . Bevi acqua con limone al risveglio. Inizia la giornata con un grande bicchiere di acqua e versaci dentro il succo di un intero limone appena spremuto.
 
2 . Consuma abbondanti insalate verdi con succo di limone e olio d’oliva. Le insalate verdi sono tra le migliori fonti di minerali alcalini, come il calcio .
 
3 . Mangia un paio di mandorle non salate al giorno. Le mandorle sono ricche di minerali alcalini naturali come calcio e magnesio, che aiutano a bilanciare l’acidità e il bilanciamento di zucchero nel sangue .
 
4 . Bevi un frullato di latte di mandorle e frutti di bosco.
 
5 . Svolgi esercizio fisico almeno un paio di volte alla settimana.
L’esercizio fisico inoltre aiuta ad eliminare i prodotti di scarto acidi in modo che il corpo possa eliminarli meglio con la sudorazione.
 
6 . Impara a respirare nella maniera corretta. Respira profondamente, è fondamentale per la tua salute. Scopri i benefici del respiro consapevole, di sentire l’aria che entra e fuoriesce dal tuo corpo. Scegli un posto non inquinato se riesci.
 
7 . Limita la carne perché è la maggiore fonte di acidificazione del corpo.
 
8 . Evita i dolci carichi di zucchero e le bevande altamente dolcificate come la soda. Lo zucchero (in particolare quello bianco) è un vero e proprio veleno per il nostro corpo ed inoltre facilita la proliferazione di alcune malattie. E’ un forte acidificante del corpo.
 
9 . Consuma più verdure nella tua dieta.. Asparagi, zucca, peperoni e altre verdure sono ottime scelte.
 
10 . Aggiungi germogli ed alghe nella tua dieta quotidiana. Sono estremamente alcalinizzanti e contengono molte sostanze nutrienti ed enzimi che doneranno al tuo corpo molta energia.
 
Ricorda, la cura dell’infiammazione deve forzatamente passare dalla detossinazione!

Se vuoi approfondire il tuo caso specifico e iniziare la tua settimana di “basificazione” cucita su misura sulle tue esigenze, clicca qui sotto.

Leave
a comment

You don't have permission to register
X